Uncategorized

Facile prendersela con gli insegnanti…

Sono francamente sconcertato.
Al Vittorio Emanuele di Palermo, un’insegnante viene sospesa con stipendio dimezzato, perché gli alunni della sua classe producono un lavoro in cui accostano alcuni aspetti del decreto sicurezza alle leggi razziali.
Su cosa doveva vigilare quell’insegnante di Palermo, sull’opinione dei suoi studenti? Sulle loro valutazioni? Sul fatto che ci sono studenti in questo Paese che pensano che il decreto sicurezza, la politica della sicurezza, sconfinino talvolta in una dimensione che ricorda le leggi razziali?
E allora mi autodenuncio: la penso anche io come gli studenti.
In ogni caso un’insegnante può dare un giudizio sulla qualità del lavoro ma non può certo impedire agli studenti di esperimere una loro opinione. A me pare che questa vicenda sia il segnale di un delirio che ormai supera il principio di realtà .
La docente deve essere reintegrata subito e comunque chiederemo conto in Parlamento al governo e al ministro dell’istruzione leghista di questa punizione, affinché il Miur riveda una decisione assurda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *