Uncategorized

Ipocrisia di Stato

La decisione del governo Gentiloni di difendere il reato di “aiuto al suicidio”, contro Marco Cappato che aveva accompagnato DJ Fabo in Svizzera, è un atto ipocrita, soprattutto alla luce dell’introduzione della legge sul fine vita.
Il segno, purtroppo, è quello della doppia morale tipica di una certa politica di questo paese.
Avrebbero dovuto rispettare la volontà di Fabo e invece incrociano una battaglia legale contro Cappato, che ha tanto il sapore della battaglia sulla pelle di chi non c’è più, come Fabo, e della sua volontà di una fine dignitosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *